venerdì 3 giugno 2011

STINCO DI MAIALE IN PENTOLA A PRESSIONE



Come già avrete capito dal tipo di ricette che spesso inserisco, non sono una gran carnivora, ma la mia metà ama invece molto mangiare carne e così, ogni tanto, mi diletto anche in questo tipo di preparazioni.
Ieri sera ho provato questa che devo dire è risultata davvero un’ottima ricetta, soprattutto perché da’ pochissimo lavoro, ma un bellissimo (e buonissimo) risultato! L’obiettivo di ogni casalinga insomma!

INGREDIENTI
750 g stinco di maiale
15 g olio d'oliva
1 cipolla rossa
1 carota a tocchetti
2 coste di sedano a tocchetti
1 piccolo pomodoro pelato
1 spicchio d’aglio
1 misurino di dado granulare
½ bicchiere dl vino rosso
sale e pepe qb
rosmarino qb
2 bicchieri di acqua

PREPARAZIONE
Iniziate condendo bene con sale e pepe lo stinco di maiale, massaggiandolo in modo da far aderire bene il misto. Inserite lo stinco nella pentola a pressione con l’olio già caldo, fatelo poi rosolare a fuoco moderato nella pentola a pressione aperta, fino a quando non sia ben colorito da tutti i lati. Aggiungete il rosmarino e la cipolla rossa tagliate a spicchi, carota, sedano, pomodoro e aglio. Rosolate il tutto per qualche minuto ancora e poi bagnate con il vino rosso. Fate evaporare il vino ed aggiungete l’acqua e il dado. Chiudete e fate cuocere per 45 minuti calcolati dall’inizio del sibilo. Aprite e lasciate riposare la carne per 10 minuti e controllate che la salsa formata sia densa e giusta di sapore. Tagliate infine lo stinco, per poi ricomporlo con l'osso sul piatto di portata. Accompagnate la carne con la salsa che si è formata.

4 commenti:

  1. SONO GIORGIO : E' BUONO FATTO COSI, IO NON METTO IL VINO PER PROBLEMI AL FEGATO (FINO A CHE RESISTE POVERINO). PRIMA DI SERVIRLO LO PASSO AL FORNO VENTILATO VICINO ALLA RESISTENZA ELETTRICA PER 10-15-MINUTI, TEMPERATURA DI 70-80-GRADI (ANCHE MENO). LA MIA DOLCE META' DICE CHE E' BUONO(RESISTE ANCORA!!). BUONE FERIE A TUTTI. CIAO. --17/06/2013--ORE--14.37

    RispondiElimina
  2. Proprio questa sera ho mangiato lo stinco di maiale. Così non lo avevo mai mangiato. Debbo dire che proprio buono. Mia moglie ha solo scarseggiato con la cipolla perchè a me non piace tanto. Complimenti per la ricetta, e, se permetti anche alla mia cuoca (moglie) Anna. Saluti, Augusto V.

    RispondiElimina
  3. Questo si che è lo stinco perfettamente cucinato, bravissima! Grazie

    RispondiElimina
  4. molto buono grazie per la ricetta e sparito dal piatto di portata in un baleno,sono riuscito per miracolo a beccarne un pezzetto per me buona serata atutti

    RispondiElimina